Ricerca Innovazione, Qualità

La ricerca e l’innovazione sono il motore della crescita. Il reparto R&D ha un ruolo fondamentale nel realizzare innovazione e brevetti all’avanguardia come da sempre nella storia di ROSSS.

INNOVAZIONE, BREVETTI

ROSSS crea innovazione e consegue Brevetti collaborando con importanti Università italiane ed estere.

LABORATORIO, INTERNO

ROSSS è l’unica azienda italiana del suo settore ad avere al suo interno un efficiente e moderno Laboratorio.

CONTROLLO, CONTINUO

ROSSS controlla l’assenza di radioattività in ogni partita di acciaio acquistato.

CENTRO DI TRASFORMAZIONE

ROSSS è azienda accreditata quale “Centro di Trasformazione”

Un laboratorio all’avanguardia

Tutte le prove degli elementi che compongono le scaffalature metalliche di ROSSS vengono eseguite da tecnici esperti nel laboratorio interno all’Azienda:

Attività di ricerca presso il laboratorio prove ROSSS:

  • Prove a pressoflessione deviata e monoassiale su montanti.
  • Prove di rigidezza sul collegamento dei correnti.
  • Prove per l’identificazione di fenomeni distorsionali, torsionali e flessotorsionali in regime di compressione assiale e flessione pluriassiale.
  • Prove di Stub Column per l’identificazione di fenomeni di instabilità locali.
  • Prove di trazione su provini di acciaio.
  • Prove di carico dal vero su scaffalature leggere.

ROSSS ad oggi ha conseguito 8 brevetti di invenzione per:

  • Appoggio a sfera antisismico multidirezionale.
  • Scaffalatura a pettine movimentabile trasversalmente su rotaie.
  • Sistema di appoggio antisismico multidirezionale.
  • Scaffalatura metallica
  • Ripiano modulare per scaffali.
  • Ripiano per scaffalature new market.
  • Scaffalatura senza saldature.
  • Sistema di appoggio antisismico.

Il progetto di ricerca e sviluppo STRUMENTAL

Finanziato nell’ambito del programma
“POR CreO FESR 2007-2013, Linee di Attività 1.5.a e 1.6, Bando Unico R&S, anno 2012 – Bando per la selezione di proposte progettuali in materia di ricerca industriale e sviluppo sperimentale”

Obiettivi della ricerca

Creazione di una filiera competitiva per la progettazione e la realizzazione di magazzini autoportanti di acciaio con elevata potenzialità ricettiva ed elevato livello di prefabbricazione, attraverso lo sviluppo di innovativi metodi di verifica per i sistemi strutturali realizzati con profili leggeri di acciaio. Sviluppo della ricerca attraverso prove sperimentali ed analisi numeriche non lineari agli elementi finiti.

Campagna Sperimentale

Sono state eseguite alcune centinaia di prove suddivise in tre tipologie:

  • Prove su singoli elementi strutturali
  • Prove su collegamenti montante-traverso
  • Prove “pushover” su prototipi in scala reale

I principali risultati della sperimentazione sono rappresentati dalle curve carico-spostamento e dai carichi di rottura di:

  • Sei diversi tipi di montante di produzione dell’azienda ROSSS S.p.A.
  • Alcuni collegamenti trave-montante
  • Tre prototipi di scaffalature industriali in scala reale con diverso tipo di collegamento montante-trasverso

1. Prove su singoli elementi strutturali
Campioni di montante sottoposti a prove di compressione centrata o eccentrica

Prove eseguite su sei diversi tipi di profilo di produzione ROSSS S.p.A.
I punti sperimentali si collocano sempre all’esterno dei domini teorici ricavabili applicando le formule dell’EC3 o della EN UNI 15512 con la resistenza media del materiale ed i coefficienti di sicurezza unitari.

Prova di compressione su un provino tozzo per la determinazione delle caratteristiche efficaci del profilo

Si desume che il dominio sperimentale è più esteso di quello teorico e che le formule di normativa risultano cautelative e non consentono di sfruttare a pieno la capacità a carico assiale (centrato o eccentrico) dei profili investigati.

Per la migliore definizione possibile del dominio di rottura dei sei profili analizzati, i punti di rottura sperimentali sono stati integrati con altri punti ricavati per via numerica attraverso un modello agli elementi finiti (vedi “Analisi Numeriche”).

Prova di compressione su un provino snello (si osserva la forma di instabilità distorsionale tipica dei profili sottili aperti)

strumetal5

Provini tozzi deformati al termine della prova di compressione

2. Prove su collegamenti montante-traverso

Schema della prova corrente-montante secondo UNI 15512

strumetal7

Alcune fasi della prova di flessione su correnti Saldati e Stampati

strumetal8

Alcune fasi della prova di flessione su correnti Saldati e Stampati

strumetal9

3. Prove “pushover” su prototipi in scala reale (“full scale”)

Analisi numeriche

Montanti soggetti a compressione centrata o eccentrica

Sviluppo di un modello numerico non lineare agli elementi finiti capace di simulare le prove sperimentali su montanti soggetti a compressione centrata o eccentrica.

Il modello è stato utilizzato per estendere i risultati della campagna sperimentale su montanti soggetti a sforzo normale centrato o eccentrico ad altri casi caratterizzati da diversi valori dell’eccentricità, compreso i casi con eccentricità nella direzione di entrambi gli assi principali di inerzia del profilo.

Confronto tra deformate sperimentali e numeriche

analisi-numeriche-strumental

Estensione dei risultati sperimentali considerando altri valori dell’eccentricità di carico e dell’angolo tra asse di sollecitazione e assi principali di inerzia della sezione.

In particolare, in aggiunta ai casi sperimentali con flessione retta, sono state considerate anche le direzioni ruotate di +/- 30°, +/- 60° continuando a considerare una distribuzione triangolare del momento flettente lungo le aste come nella campagna sperimentale.

Posizioni del carico assiale considerate nelle analisi numeriche agli elementi finiti

analisi-strumental

È stato sviluppato un modellatore in ambiente Matlab per generare rapidamente i modelli numerici relativi a tutti i profili e a tutte le posizioni del carico assiale.

Per la generazione dei domini di rottura N-My e N-Mz sono stati infine utilizzati i carichi di rottura sperimentali e quelli del modello numerico per le eccentricità aggiuntive rispetto a quelle sperimentali.

Redazione di linee guida

I risultati della ricerca sono stati utilizzati anche per la redazione di linee guida per la progettazione di magazzini autoportanti.
In particolare le linee guida trattano i seguenti argomenti:

  • Principi di funzionamento statico e dinamico delle scaffalature metalliche
  • Comportamento dei profili in acciaio formati a freddo
  • Progettazione statica delle strutture di posizionamento
  • Progettazione antisismica delle strutture di posizionamento
  • Norme di riferimento specialistiche per le scaffalature metalliche